Bayonetta Wikia
Advertisement

Parole dolci è una spada laser equipaggiabile come arma da Bayonetta e Zero in Bayonetta. Se si gioca con Jeanne invece, la sua variante dell’arma è la Luna sanguinaria.

Sblocco[]

Sono presenti due metodi nel gioco per potere sbloccare sbloccare ed equipaggiare Parole dolci:

  • Completare la modalità ∞ Apoteosi.
  • Posizionarsi davanti al telefono a sinistra presente una volta scese le scale nel Capitolo II: Vigrid, la città dei ricordi appena si entra nei vicoli di Vigrid. Davanti al telefono va ripetuta questa combinazione di pulsanti per sbloccare Parole dolci: su, su, su, su, giù, giù, giù, giù, sinistra, destra, sinistra, destra, calcio. Il codice non funziona se il giocatore non ha a disposizione almeno 1000000 aureole.

Gameplay[]

Parole dolce condivide lo stesso identico set di mosse e di combo di Shuraba; al contrario di quest’ultima però, l’arma non arreca la stessa quantità di danno, e non è in grado di evocare Chiome malefiche. Nonostante ciò, è possibile caricare l’arma tenendo premuto Pugno, e una volta completata la carica l’arma diventa molto più potente per diversi secondi, e ciò viene indicato dall’aumento di luce emanata che dalla lama della spada. Nonostante l’arma non evochi le Chiome malefiche, una volta caricata al massimo i suoi attacchi vengono considerati come tali, oltre che la sua Tempesta di piombo.

  • Combo particolari: Con Parole dolci è possibile eseguire alcune combo non condivise col resto delle armi nel gioco:
    • PugnoPugnoPausaPugno PugnoPugno causerà un serie di tagli roteanti.
    • Pugno Pugno Pausa Pugno Pugno Pausa Pugno, funziona più o meno allo stesso modo ma finisce con un taglio verticale che lancia i nemici in aria. Se Parole dolci è nello stato di carica durante queste due combo, infliggerà abbastanza danno da uccidere la maggior parte dei nemici nel gioco in una volta sola.

Tecniche[]

Nome Descrizione
Tempesta di piombo Bayonetta piroetta brandendo la spada verso l’esterno e colpendo i nemici circostanti.
Stiletto Bayonetta si scaglia verso il nemico portando la spada in avanti.
Tetsuzanko Bayonetta carica il nemico con una schienata.
Massacro al chiaro di luna Tenendo premuto File:Bersaglio.png, Bayonetta muoverà la spada circolarmente, rilasciando una scia demoniaca nell'aria di fronte a lei. Premendo Pugno una volta completata metà della scia e una volta che la spada si illumina all'improvviso causerà un Taglio mezza luna, che manda una barra di energia per terra. Premendo Pugno quando il sigillo è totalmente disegnato causerà un Taglio luna piena, dove Bayonetta spingerà la spada verso il basso fino al sigillo e manderà una forte energia verde. Questo attacco funziona allo stesso modo del Massacro della mezzanotte della Shuraba, anche se fa un po' più di danno.
  • Caricamento: Bayonetta pone l'arma al suo lato è utilizza un attacco Iaijutsu causando del danno considerevole ai nemici. Più a lungo Pugno viene premuto, più potente il caricamento diventa, avendo tre stadi di potenza. Se caricata completamente, Parole Dolci diventerà potentissima ed erutterà un pilastro di energia verde che la fa allungare di circa tre volte. Questo stadio "caricato" sarà presente durante la prossima combo utilizzata, moltiplicando il danno fino a diventare addirittura più potente dei colpi di Rodin. Tutti gli attacchi utilizzati in questo stadio verranno considerati delle Chiome malefiche.

Descrizione dal gioco[]

Contiene il demone Mahavairocana, che si dice seducesse le donne sussurrando loro parole dolci. Parole dolci ha un potere enorme contro gli angeli, grazie all'abilità magica di Rodin. Il potere demoniaco evocato da tale portale posto sul manico di quest'arma assume la forma di una lama di luce verde capace di tagliare a metà i nemici.

Curiosità[]

  • Parole dolci proviene dal gioco del 2006 Ōkami. Nel gioco è la spada del boss Waka.
  • Mahavirocana, menzionato nella descrizione dell'arma, può riferirsi al re di tutti gli Ashura menzionato in Chāndogya Upaniṣad, il rango più basso delle divinità Hindu che erano spesso comandate da piaceri materialistica. Nei pantheon buddisti, è il Buddha che rappresenta la transitorietà e l'effimero di tutta l'esistenza.

Navigazione[]

Advertisement